Composizione dei Profumi
Il profumo è composto da note di testa, di cuore (o corpo) e di fondo (o coda) che caratterizzano le varie fasi di persistenza del profumo:
  • note di testa, rappresentate dagli elementi più volatili poiché si percepiscono durante i primi 10 minuti dopo l’applicazione; leggere, fresche ed effimere, spesso rappresentate da note esperidee (es. arancio, bergamotto, limone, mandarino) o erbacee (es. artemisia, lavanda, rosmarino, salvia), attirano l’attenzione e fanno intuire l’evoluzione del profumo, fondendosi con gradualità e armonia alle note di cuore;
  • note di cuore (o corpo), note dominanti rappresentate dagli elementi più pesanti che si sprigionano per circa 4/6 ore e che esprimono il tema principale o carattere del profumo; sono spesso note fiorite (es. garofano, gelsomino, mughetto, rosa, tuberosa, ylang-ylang) o speziate (es. cannella, chiodo di garofano, coriandolo, noce moscata, pepe);
  • note di fondo (o coda), elementi persistenti e meno volatili che durano anche più giorni e che sono avvertite solo impercettibilmente attraverso le note di testa, rinforzando anche le note di cuore, di cui controllano la velocità di evaporazione; sono spesso note boisée (es. legno di cedro, patchouli, sandalo, vétiver) o balsamiche (es. benzoino, galbano, labdano, mirra, opoponaco).
Attraverso le sette principali classi olfattive si classificano dettagliatamente le fragranze.

Questa suddivisione è particolarmente utile per orientare la scelta nel vasto mondo dei profumi.
Conoscendo le note di testa, di cuore e di fondo dei profumi preferiti si possono scegliere in modo più mirato profumi con note simili oppure, per cambiare “stile”, optare per qualcosa di nettamente differente.
Esistono criteri rigorosi per la classificazione dei profumi, che si dividono in sette classi olfattive e in varie sottoclassi.

 

 
© 2007-2014 • Profumi Essenza, La Fabbrica del Profumo - P.I. 02706970270 - Creazione profumi personalizzati